I dj più pagati del mondo

Quanto guadagna un dj? Beh, dipende da quanto è famoso, ma non solo. Molti introiti dipendono anche da come sa vendersi e da che impero si è costruito. E’ quanto emerge se andiamo a dare uno sguardo alla classifica dei dj più pagati al mondo stilata da Celebrity Networth: incredibilmente, nelle prime dieci posizioni ci sono dj praticamente sconosciuti ai più. Scordatevi di vedere i vari Bob Sinclair, David Guetta, The Chemical Brothers  e Fat Boy Slim: a quanto pare sono famosissimi, ma non si fanno pagare poi molto. Nelle prime dieci posizioni ci sono senza dubbio artisti di grande talento, ma che sono più noti non al grande pubblico, bensì agli appassionati del settore. Andiamo a scoprirli insieme.

Tiesto (65 milioni di dollari)

Tiesto è senza dubbio uno dei dj più famosi al mondo, ma a detta di tutti è anche quello che viene pagato più caro per una serata. Conosciuto soprattutto per la sua musica trance, ha poi avuto un’evoluzione anche verso quella house. Probabilmente risulta essere il più pagato perché ha saputo costruirsi un vero e proprio impero intorno alla sua immagine, comprensivo anche di una sua propria casa produttrice, la Musical Freedom.

Paul Oakenfold (55 milioni di dollari)

Paul Oakenfold deve accontentarsi della seconda posizione, anche se non è male come stipendio. Il dj inglese, dedito alla musica trance, è passato anche alla storia per essere stato uno dei primi dj in assoluto ad essersi esibito durante i primissimi rave londinesi. Ma non è solo un dj, è anche un compositore di colonne sonore: pensate che la sua canzone ‘Ready Steady Go’ è stata usata sia in ‘Collateral’ che in ‘The Bourne Identity’.

Paul Van Dyk (50 milioni di dollari)

Terzo posto per Paul Van Dyk, dj e produttore discografico tedesco. Il suo genere musicale è quello electronic-dance-music, terminologia da lui stesso coniata: a quanto pare non gradisce quando lo etichettano come musica trance o progressive trance. E pensate che nel 2005 e nel 2006 è riuscito a farsi eleggere miglior dj dell’anno, passando davanti a Tiesto e Armin Van Buuren.  Vanta anche uno show radiofonico e numerosi album e queste sono tutte cose che si pagano quando viene ingaggiato.

John Digweed (45 milioni di dollari)

John Digweed è un dj, produttore e attore inglese. Di solito si dedica alla musica house o progressive house, anzi, ne è stato uno dei principali promotori. E’ molto famoso sia nel Nord Europa che in America e la quarta posizione gli calza a pennello, anche perché nel 2001 venne nominato miglior dj dell’anno. Anche lui, come quasi tutti i dj a dire il vero, ha partecipato a numerose trasmissioni radiofoniche.

Armin Van Buuren (40 milioni di dollari)

Armin Van Buuren è uno dei dj più famosi e amati al mondo, anche uno dei più pagati a quanto pare. E’ di origine olandese e si dedica di solito alla musica trance. Dal 2007 al 2010 è stato il dj più quotato al mondo, almeno fino al 2011 quando la pole position gli è stata soffiata da David Guetta. Anche lui ha uno show radiofonico attivo dal 2001, A State of Trance, trasmesso in 40 paesi. La sua canzone Rush Hour è stata nominata Official Tune of UEFA European Under 21, mentre nel 2011 ha partecipato all’evento Den Bosch, definito da tutti il più grande evento trance mai organizzato a livello mondiale.

Sasha (40 milioni di dollari)

Sasha è un dj gallese che a quanto pare riesce a guadagnare quanto il più famoso Armin Van Buuren. Nato come fautore dell’acid dance house music negli anni’80, adesso è un seguace della musica house e progressive house. Ha remixato brani di Madonna e dei The Chemical Brothers e si è anche dedicato con profitto alla carriera di produttore prima di se stesso e poi anche dei giovani talenti emergenti.

Judge Jules (40 milioni di dollari)

Ancora un altro dj che guadagna 40 milioni di dollari, questa volta parliamo di Judge Jules, di origini inglesi, artista poliedrico dedito alternativamente all’house, al trance e alla progressive trance music. Ancora oggi lo potete sentire in un programma radiofonico notturno della BBC 1 o in The Global Warm Up, che si sente anche in Medio Oriente. Ma non è famoso solo per il suo sound: anche il suo look assai sgargiante e la sua ironia ed eloquenza lo hanno reso uno dei dj più richiesti e pagati a livello mondiale.

Pete Tong (30 milioni di dollari)

All’ottavo posto troviamo Pete Tong, altro dj inglese che ha un programma radiofonico alla BBC 1. Dedito alla electronic music, ma anche alla house music e al balearic beat, ha anche avuto una carriera proficua come produttore, tanto da guadagnarsi il soprannome di Lord of the Dance. Per lui Paul Oakenfold in un articolo sull’acid house aveva coniato la frase ‘It’s all gone Pete Tong’. Ad Ibiza c’è poi anche un night club di sua proprietà che porta lo stesso suo nome.

Daft Punk (30 milioni di dollari)

Finalmente in classifica dei dj parigini, stiamo parlando dei Daft Punk, gruppo dedito alla musica elettronia, electro, techno, alternative dance e tech-house, chi più ne ha più ne metta. Ottimi a livello commerciali, osannati dalla critica, sono però solo al nono posto della classifica dei dj più pagati. Ma se scoprono quanto sono apprezzati potrebbero forse decidere di adeguare le loro tariffe, magari non a livello di un Tiesto, ma chi può dire cosa riservi loro il futuro?

Moby (28 milioni di dollari)

Solo decimo posto per il dj e cantante Moby, di origini statunitensi. Artista poliedrico, si dedica a tantissimi generi musicali: elettronica, chill out, big beat, dance rock, synth pop, rock elettronico,  ambient e alternative rock. Il nome Moby lo ha coniato in onore del prozio Herman Melville, sì, avete capito bene, quello che ha scritto Moby Dick.  Star indiscussa dell’elettronica, uno dei suoi più grandi successi fu ‘Go’, la cui linea di basso venne ispirata da ‘Twin Peaks’ di David Lynch. Nel 2001 suona anche insieme a David Bowie e nel frattempo polemizza anche con Eminem. Ma come dargli torto?

 

0 Commenti

Non ci sono commenti per questo articolo.

Lascia un commento

 

You must be logged in to post a comment.

Hai smarrito la tua password?

Ricordami su questo Computer

...oppure crea un nuovo account

cliccando su richiedi riceverai una email con la tua nuova password

MINIMO 6 CARATTERI